menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

LA STORIA Imprenditrice umbra sommersa dai debiti, "salvata" grazie alla legge evita-suicidi: ecco come funziona

Questa legge si rivolge ai cittadini che, a causa di eventi eccezionali e di particolari situazioni di crisi economica, non riescono più a pagare i propri debiti. l'avvocato: "Una possibilità per la persona indebitata di non ricorrere all'usura e in altre situazioni di pericolo sociale"

Un’ imprenditrice sommersa di debiti dopo il dramma della crisi economica che ha danneggiato anche il settore dove operava da anni, è uno dei primi casi in Umbria dell’applicazione della legge evita – suicidi. La causa dell’indebitamento della società è stata legata a fattori esterni (perdite di finanziamenti pubblici) ed interni, tra cui profondi dissidi e dissapori con la socia e relative mancate assunzioni di pagamento. Un quadro, questo, che non ha permesso di riorganizzare l'attivita imprenditoriale e di rilanciarla oltre l'ostacolo della crisi economica che ha colpito anche il loro settor, quello degli agriturismo con annesso maneggio. 

L'esclusione del socio che non collaborava più alle spese e alla gestione dell'attività,  non ha risparmiato nessuno da gravosi impegni finanziari: dal 2011 al 2015 l'azienda non ha prodotto redditi ed aveva maturato debiti ed esposizioni verso enti pubblici e privati per 460mila euro circa. Somma questa, che la donna non poteva estinguere, se non indebitandosi ancora di più per riuscire a pagare. Una situazione senza via di uscita, finchè non si è appellata alla legge 3/2012 (testo e guida al sovraindebitamento), rinominata legge evita suicidi o cancella debito. Questa legge si rivolge a privati cittadini che, a causa di eventi eccezionali e di particolari situazioni di crisi economica, non riescono più a pagare i propri debiti richiedendo una via d’uscita alternativa.

La legge evita suicidi è stata pensata proprio per rispondere a queste situazioni di reale difficoltà economica e di sovraindebitamento, e permette ai privati cittadini di stipulare accordi con i creditori per il pagamento dei debiti insoluti. Il piano previsto dalla legge salva suicidi non si traduce però in una cancellazione del debito, ma le pendenze vengono saldate sulla base delle proprie reali disponibilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento