menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il RICORDO Un anno fa moriva Eligio Fulli gallerista, mecenate e instancabile promotore di tanti artisti

Moriva un anno fa, nella sua casa di Corciano, il gallerista Eligio Fulli. “Annus bisextus, annus funestus”, recita il detto. La morte colse, infatti, il 29 di febbraio del 2016. Eligio è stato il prototipo del vero gallerista-mecenate, che ha assecondato l’affermazione di molti notevoli artisti, poi rivelatisi di caratura e prestigio internazionali.

Fulli era dotato di un fiuto eccezionale e, quando scopriva un talento, ne acquistava massicciamente le opere, sia nella prospettiva di promozione e incoraggiamento dell’artista, sia nella convinzione che ne sarebbe uscito un sicuro investimento. Collezionò, tra gli altri, in misura notevole Borghese, Vangelli, Donzelli, coi quali poté vantare anche la frequentazione, coltivandone l’amicizia.

Giunto nella città del Grifo verso la metà degli anni Settanta, fondò la Galleria “Il Gianicolo”, in uno spazio a più piani lungo via Bontempi. Qui ebbe il più e il meglio della produzione artistica nazionale. Sempre con occhio attento agli artisti del territorio. Negli ultimi anni si era trasferito nella nuova sede di corso Cavour, poi chiusa per motivi di salute.

Scrive in sua memoria Stefano Chiacchella, il migliore dei pittori pop della Vetusta: “Anche il tempo sembra piangere e partecipare alla scomparsa di un caro Amico. Il panorama artistico di Perugia e dell’Umbria è ancor più povero… ma in fondo non ci resta che riflettere e consolarci con il passo ‘perché cercate tra i morti colui che è vivo?’… e sempre lo sarà nei nostri ricordi migliori”. Lo ricordano con immutato le figlie Eleonora, Elisabetta, Emilia e la moglie Vittoria con la quale condivise l’avventura dell’arte e della vita.

Fulli amava la figurazione, ma non disdegnò l’informale e le avanguardie. Fu sempre circondato da pittori e critici che ne stimavano la rara competenza e la limpidezza morale. È per suo merito se tanti perugini si sono avvicinati al collezionismo e hanno impreziosito le proprie abitazioni di opere significative.

Eligio Fulli è stato anche editore: ha infatti realizzato una straordinaria e copiosissima serie di libri d’Arte, sotto il brand Edizioni il Gianicolo;. In tal senso ha sempre amato documentare le proprie mostre con significativi cataloghi, sulla base dei quali è oggi possibile storicizzare la sua multiforme e intensa attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento