menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il re delle notti di Mykonos dopo la condanna, è stato assolto: nessuna violenza sessuale su minore

Cancellati i 4 anni in primo grado per Salvatore Carlucci, nome d'arte Sasà, vocalist di fama internazionale. I legali: "La nostra tesi difensiva è completamente passata"

"E' la fine di un incubo": sono state queste le parole ribadite al telefono dal "re" delle notti in discoteca a Mykonos Salvatore Carlucci, nome d'arte Sasà, informato nel pomeriggio di oggi dai propri legali dell'assoluzione in corte d'appello a Perugia. Se in primo grado era stato condannato a 4 anni per violenza sessuale su una 16enne della provincia di Perugia, ora un anno e 5 mesi dopo è stato, come ribadito dall'avvocato Vincenzo Bochicchio, "assolto con formula piena".

"Siamo molto soddisfatti - ha spiegato il legale del famosissimo vocalist - che è stata accolta la nostra tesi difensiva: il nostro assistito si era sempre detto estreneo ai fatti ed aveva ribadito che in tanto anni di carriere non aveva mai subito accuse simili per essendo stato sempre in contatto con il popolo della notte e i fan. Non c'è stata nessuna violenza sessuale, anzi abbiamo sempre ribadito, noi legali, che la giovane 'avrebbe voluto passare una serata sopra le righe'. Nessuna costrizione".

Una sentenza nettamente ribaltata come è stata "cancellata" la ricostruzione del Pm Petrazzini che in primo grado aveva così ricostruito l'accaduto:  la giovane secondo, infatti, il pm sarebbe stata obbligata ad avere un rapporto sessuale con la forza dopo essere stata trascinata in una stanza all'interno della quale ci sarebbe stato sia il vocalist che il proprietario del locale. "Sasà è molto felice e sollevato anche perchè questa vicenda gli ha creato un forte danno di immagine a livello professionale": ha concluso l'avvocato. Molto probabilmente però la vicenda non finisce qui: il passaggio in Cassazione sembra essere obbligato dopo due sentenze con opposte conclusioni. C'è da ribadire che la giovane fin dalla prima mattina, dopo quella notte, ha ribadito a tutti di essere stata presa con la forza descrivendo anche le pratiche sessuali che ha subito o è stata costretta ad effettuare. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento