menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Don Gino Vicarelli, il prete perugino che arrivò al Polo Nord e girò l'Europa in Lambretta

Alla sua memoria il Comune di Perugia ha meritoriamente intestato una strada in quel di Ponte Felcino

Don Gino Vicarelli – di cui ricorre il trentacinquesimo anniversario della morte – è stata una figura di assoluta eccezionalità. Ci piace ricordarlo, attingendo alle preziose informazioni dei nipoti Stefano e Pier Paolo, storici di Ponte Felcino. Don Vicarelli era nato  nel 1920 a Putrella Salto, un piccolo paese del Reatino. Spinto da sincera vocazione, era entrato a undici anni nel seminario diocesano di Perugia. Il collegio era stato trasferito dall’allora arcivescovo di Perugia, Mario Vianello, in quel di Corciano, nel 1943, per proteggere dai bombardamenti i seminaristi, tra i quali Gino che, il 6 maggio 1944, ricevette la consacrazione sacerdotale. Un mese dopo – il 12 giugno dello stesso anno – Ponte Felcino fu duramente colpita dalle fortezze volanti.

Come sacerdote, don Gino fu a  Pieve San Sebastiano, a Cordigliano, a Santa Petronilla, vice parroco a Monteluce e, dal 1974 al 1982, a Ponte Felcino. Cappellano del lavoro della Luisa Spagnoli, dell’Ellesse e della Standa, era molto amato da dipendenti e dirigenti, dei quali fu sempre in grado di comprendere le complesse problematiche di vita e di lavoro.

Seppe far rinascere l’antica Festa del SS. Crocefisso, che ancora prosegue al Ponte con cadenza quinquennale. Era uomo di vasta cultura, come dimostrano i suoi prestigiosi titoli accademici. Concluso il ciclo di studi teologici presso il pontificio collegio “Pio XI” di Assisi, conseguì, con lode, il dottorato in Sacra Teologia a Vengono Inferiore (VA), ricevendo l’elogio dal celebre cardinale Ildefonso Schuster, storico arcivescovo di Milano. Si laureò, presso “La Sapienza” di Roma, in Filosofia, col maestro Teodorico Moretti Costanzi. Nel ’66 fu dottore in Scienze Politiche a Perugia, con una coraggiosa tesi sul modernismo. Insegnò al liceo cittadino Mariotti, alla media Bonazzi, al liceo Galilei. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento