Il pesce del Trasimeno sui menù delle mense scolastiche e pubbliche dell'Umbria

Consiglio regionale: la proposta dei leghisti Mancini e Rondini passa all'unanimità dopo l'accordo sull'emendamento del Pd che prevede pesce del Lago anche negli ospedali e distretti sanitari

Nei menù delle mense pubbliche, scolastiche dei comuni e quelle universitari a breve ci saranno anche pietanze a base di pesce del Lago Trasimeno. La proposta dei consiglieri leghisti Valerio Mancini ed Eugenio Rondini è stata approvata dal Consiglio regionale dell'Umbria nell'ultima seduta. Un voto unanime dopo che è stato accoto anche l'emendamento (avanzata da Meloni e Bori, Pd) che estende l’azione di promozione alle mense universitarie, delle aziende sanitarie e ospedaliere ed amplia gli interventi anche alle altre eccellenze alimentari regionali.

“Alcune specie di pesce del Trasimeno – ha detto in aula Valerio Mancini - rappresentano un alimento nutriente e altamente digeribile, con un basso apporto calorico e un buon contenuto proteico. In età scolare, un'alimentazione ricca di pesce è una risorsa preziosa per la crescita e lo sviluppo delle capacità cognitive. La pesca sulle acque del Trasimeno – ha sottolineato -  rappresenta un'attività in grado di coniugare economia, tradizione e ambiente e che la comunità locale di pescatori è tra le più numerose d'Italia, per quanto riguarda le aree interne. La pesca praticata sul Lago Trasimeno rappresenta anche un importante e concreto fattore di sviluppo dell'economia del territorio. Vorremmo che la Regione Umbria, in accordo con i Comuni, possa introdurre il pesce di lago nei menù delle scuole. Anche perché i prodotti a km zero portano ancora ad un risparmio dei costi di trasporto e ai relativi consumi di carburante”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Già diversi comuni umbri hanno introdotto nei menù scolastici piatti a base di pesce di lago al fine di proporre piatti del territorio e a km zero. Eugenio Rondini ha poi evidenziato che si tratta anche di “rendere i ragazzi delle scuole consapevoli della filiera del pesce e delle zone di produzione. Sarebbe importante creare percorsi scolastici per sensibilizzare gli studenti sulla qualità dei prodotti del nostro territorio, non solo i pesci del Trasimeno”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento