menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il gran cuore della Sardegna: un dono unico al mondo per gli allevatori terremotati umbri

E' l’antico istituto solidale de “Sa Paradura” che, su iniziativa del gruppo musicale isolano degli Istentales, tornerà a rivivere e sbarcherà per la prima volta anche nel “Continente

Il gran cuore dei pastori sardi non batte solo per la propria terra e non è solidale solo per i propri concittadini. Dalla Sardegna partirà per la prima volta un carico speciale che dovrà arrivare a Cascia, toccata dal sisma del 30 ottobre, per ridare speranza all'economia locale. Si tratta di ben mille pecore  donate dagli allevatori sardi a quelli umbri per aiutarli a ripartire con le proprie attività. Un gesto di solidarietà che ha un nome e una storia antica: è l’antico istituto de “Sa Paradura” che, su iniziativa del gruppo musicale isolano degli Istentales, tornerà a rivivere e sbarcherà per la prima volta anche nel “Continente”. Si tratta di un’usanza sarda antichissima che affonda le sue radici nella notte dei tempi: per dare un aiuto concreto a un allevatore colpito da una disgrazia era consuetudine offrire, da parte dei pastori del circondario, una pecora per contribuire a rimettere in piedi l’azienda del malcapitato. Ed è proprio ciò che avverrà il 2 aprile a Cascia, con i pastori sardi che tenderanno concretamente la mano a quelli della cittadina in provincia di Perugia. La cerimonia di consegna avverrà nell’ambito della Fiera del Capo Lanuto, in programma l’1 e il 2 aprile a Cascia. Nell’occasione gli Istentales presenteranno il nuovo singolo “A mani nude”, realizzato in collaborazione con Roberto Vecchioni, con l’intero ricavato che sarà devoluto in favore delle popolazioni terremotate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento