Differenziata, premiati in regione i comuni più virtuosi d'Umbria

Sono 16 i comuni virtuosi che hanno superato il 65% di raccolta differenziata dei rifiuti, l'obiettivo è stato raggiunto anche da 5 comuni al di sopra dei 10mila abitanti, tra questi il solo Attigliano è della provincia di Terni

Umbria virtuosa nella raccolta differenziata dei rifiuti. Se da un lato incidono le linee di programmazione regionale dall'altro, merita di essere evidenziato il lavoro dei comuni che hanno ben attuato i sistemi di raccolta. Questa mattina infatti, nella sala Fiume di Palazzo Donini, l'assessore Silvano Rometti ha consegnato un attestato a 16 comuni umbri che hanno raggiunto il risultato del 65% di raccolta differenziata.

"Stiamo portando avanti un programma dei rifiuti che nel tempo verrà migliorato ma che già oggi registra ottimi risultati - sottolinea l'assessore Rometti - a livello regionale negli ultimi anni siamo passati dal 30 al 50% di differenziata con un risparmio di 100 tonnellate di rifiuti. Sicuramente dovremo trovare nuove risorse, anche per premiare quei comuni che si sono distinti e rendere, attraverso delle detrazioni, quelle comunità che si sono distinte".

I comuni premiati come detto sono stati 16 tra cui 5 sopra i 10mila abitanti: Corciano, Bastia, Marsciano, Umbertide e Todi, quest'ultimo passato in pochi mesi dal 48 al 65%. Tra i comuni sotto i 10mila molti superano quota 70% e tra questi tutti sono della provincia di Perugia, tranne l'unico comune del ternano: Attigliano con il 72,6%. Gli altri comuni premiati sono Campello sul Clituttno, Giano, Fratta Todina, Lisciano Niccone, Monte Castello di Vibio, Torgiano, Piegaro, Deruta, Massa Martana, Cannara, Gualdo Cattaneo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ringraziamo le amministrazioni ma anche gli operatori ecologici e la Gesenu - conclude l'assessore -, per portare a livelli sempre più alti la differenziata bisogna che l'impegno cominci nelle case, nelle famiglie anche grazie al lavoro comunicative dei comuni. Continuerò nella modifica del piano regionale dei rifiuti, cercando anche di aumentare i fondi destinati ai comuni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento