Cronaca

Uccise la compagna nel sonno: condanna light per la gualdese Angela Toni

Ad un anno di distanza il Gip ha emesso la sentenza a carico di Angela Toni, gualdese, che aveva sparato alla propria compagna scoperta ad avere una relazione con un'altra donna. E' il primo caso di femminicidio tutto al femminile

Ha ucciso con una pistola la propria compagna che stava dormendo e ad un anno distanza da quel terribile crimine è stata condannata dal Tribunale di Brescia. Angela Toni, originaria di Gualdo Tadino, dovrà scontare una pena di 16 anni per quel delitto che è considerato il primo caso di femminicidio in Italia tra donne. Toni - 35 anni e operaia - ha freddato nel sonno Marilena Ciofalo che aveva deciso di troncare la relazione. La vittima, di un anno più anziana, aveva iniziato una nuova storia nonostante convivesse ancora nell'appartamento di Gussago teatro dell'omicidio.

Angela Toni, come emerso durante il processo, era impazzita di gelosia dopo aver scoperto alcune fotografie  sul computer di Marilena: le immagini ritraevano la ex con la nuova compagna. La gualdese aveva comprato la pistola proprio pochi giorni prima dell'omicidio giustificando l'acquisto per uso sportivo. La condanna è stata blandissima rispetto alle richieste del pm Gianmaria Pietrogrande che aveva previsto una condanna a 30 anni di carcere. Il Gip ha concesso le attenuanti generiche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la compagna nel sonno: condanna light per la gualdese Angela Toni

PerugiaToday è in caricamento