Omicidio Meredith, Guede vuole tornare libero subito: chiesta la revisione del processo

Dalle parole ai fatti. Rudy Guede, il ragazzo perugino-ivoriano condannato a 16 anni di carcere per l'omicidio Meredith, ha dato mandato ai suoi legali di presentare questa mattina alla Corte di Appello di Firenze l'istanza ufficiale con la quale si chiede la revisione del processo. Guede si è sempre dichiarato estraneo all'omicidio e si era giustificato - essendo presente nell'appartamento -  spiegando di essere fuggito dalla casa di via della Pergola quando vide due persone uccidere la povera Meredith.

La revisione del processo arriva anche dopo l'assoluzione definitiva di Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Venuti meno loro sulla scena del delitto, gli avvocati di Guede sono convinti che non abbia più senso il verdetto emesso contro il loro assistito che così recitava "condannato in omicidio in concorso". A questo punto viene da dire: in concorso con nessuno dato che gli altri due indagati sono ormai stato scagionati da tutto. Spetterà alla magistratura di Firenze decidere su dare il via libera oppure no alla revisione del processo sui cui Guede sta puntando molto per aprire quanto prima una nuova vita fuori dal carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento