menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre sedicenni incensurati distruggono per noia casa famiglia dell'Ausl

Danneggiati completamente due piani di un edificio utilizzato come casa famiglia o casa rifugio. Dopo la prima denuncia i Carabinieri hanno voluto vederci chiaro ed hanno preso i tre vandali

"Lo abbiamo fatto per sfogarci un po'": è stata questa la drammatica e folle motivazione data da tre 16enni eugubini che sono stati sorpresi a distruggere - letterlamente - un edificio dell'Ausl 1 utilizzato come casa famiglia e casa rifugio per persone in difficoltà. In tre occasioni si erano introdotti nella struttura - nella zona di Semonte - danneggiando porte, finestre, sanitari e suppellettili vari. Dopo la prima denuncia i Carabinieri hanno deciso di fare degli appostamenti finchè alla fine i giovani sono tornati e sono stati sorpresi al piano superiore a gettare oggetti che avevano divelto dalle pareti e dai bagni. 

DSCN0782-2

Fermati e ascoltati in presenza dei genitori, mortificati, si sono scusati dell’accaduto ed hanno ammesso che erano stati (due dei tre) in quel posto più volte, semplicemente per sfogarsi. Hanno compreso sia la gravità che la pericolosità del gesto e mostrandosi dispiaciuti hanno rassicurato sia i genitori che i carabinieri che tali gesti non si ripeteranno. E adesso i genitori però dovranno pagare tutti i danni.

DSCN0781-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento