menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bastia, operazione "Careca": frode fiscale milionaria nel commercio, 4 indagati

Le indagini sono partite dalla denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Perugia da un operatore comunitario, presso il quale una società perugina aveva comprato derrate alimentari

Tre persone sono state arrestate e una sottoposta all’obbligo di dimora per aver sottratto 4 milioni di euro all’Erario. È questo il bilancio dell’Operazione “Careca”, coordinata dalla Procura della Repubblica di Perugia e svolta dai Finanzieri della Tenenza di Assisi, nei confronti di un’associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, alla truffa ed alla bancarotta fraudolenta.

A rispondere dell’accusa sono i componenti di un sodalizio, con base in Bastia Umbra ma con ramificazioni in Campania e nel centro Italia, specializzato nelle frodi all’iva intracomunitaria, capace di realizzare, in pochi anni, un giro di affari quantificato in oltre 4 milioni di euro.

Le indagini sono partite dalla denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Perugia da un operatore comunitario, presso il quale una società perugina aveva acquistato un ingente quantitativo di derrate alimentari senza mai provvedere al relativo pagamento.

La società sotto-indagine, con sede a Bastia Umbra, era collegata ad altre numerose aziende, tutte riconducibili ai quattro presenti imprenditori di origine campana, due dei quali residenti a Perugia. Secondo la Guardia di Finanza, l’organizzazione aveva poi provveduto a svuotare le società coinvolte nella frode di ogni bene ed attività, occultandone anche le scritture contabili, per portarle al fallimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento