menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aziende spolpate, bancarotte fraudolente e maxi evasione: arrestati tre imprenditori

La Guardia di Finanza di Perugia ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di tre imprenditori, residenti nella provincia di Perugia, indagati per bancarotta fraudolenta

Società spolpate, bancarotte e maxi evasione. Scattano le manette. La Guardia di Finanza di Perugia ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di tre imprenditori, residenti nella provincia di Perugia, indagati per bancarotta fraudolenta.

Le indagini dei militari della Compagnia di Foligno e dalla Sezione di Polizia Giudiziaria della Finanza alla Procura della Repubblica di Perugia, parte dalle procedure fallimentari che hanno riguardato due società operanti nel settore degli autotrasporti in cui i tre imprenditori finiti ai domiciliari hanno ricoperto, nel corso degli anni, la carica di amministratore. I finanzieri hanno passato al setaccio i documenti dei fallimenti e hanno trovato una pista.

Secondo quanto spiegato dalla Guardia di Finanza i tre indagati hanno svuotato le società, per poi vendere i beni delle aziende fallite con importi notevolmente inferiori al loro valore reale e in totale evasione delle imposte e dei contributi a nuovi soggetti societari riconducibili ai tre imprenditori.

Queste operazione, secondo le indagini, hanno portato nel tempo ad accumulare debiti nei confronti dell’Erario, per il mancato pagamento delle imposte, dal 2008 al 2015, pari a circa 7 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento