menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa, coppia di stranieri incassava pensione senza averne diritto: lei era residente a Gualdo

L'Indagine della Guardia di Finanza si è mossa tra Perugia-Gubbio-Gualdo. Fermata l'erogazione del welfare in favore di una tunisina

Oltre 19mila euro di assegni assistenziali elargiti dai contribuenti italiani ad una donna straniera che non ne aveva più diritto e che non viveva più in Italia, essendo da tempo irreperibile. E' questa la scoperta della Guardia di Finanza di Perugia, di concerto con la Tenenza di Gubbio,  che ha portato alla luce un’altra truffa nel settore welfare per stranieri.

La donna, tunisina da anni non più presente sul territorio nazionale, continuava a ricevere erogazioni, con la complicità del marito che si trova ancora nella nostra regione. La Guardia di Finanza ha appurato che la beneficiaria, precedentemente residente a Gualdo Tadino, era stata cancellata dall’anagrafe comunale perdendo così il diritto a riscuotere la pensione. Tuttavia, il marito della donna continuava ad usufruire della cifra data dallo Stato per conto della moglie.

I militari dopo una serie di appostamenti sono riusciti a cogliere l’uomo “sul fatto”. I coniugi sono stati denunciati per il reato di truffa e sono state avviate le procedure necessarie a recuperare le somme. "Le Fiamme Gialle - hanno ribadito dal Comando -si adoperano continuamente per tutelare il settore della spesa pubblica, assicurare la corretta gestione delle finanze pubbliche e proteggere gli interessi delle persone che hanno veramente diritto agli aiuti statali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento