menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dilaga il mercato del sesso a Gualdo Tadino, il sindaco ribadisce tolleranza zero: ecco la super-multa per i clienti

Il fenomeno della prostituzione di strada continua a turbare l'ordine pubblico a Gualdo Tadino. Il centro del mercato del sesso - dalla mattina presto fino la sera - è la zona della stazione ma si sta estendo anche in altri territori del comune. Il sindaco Massimiliano Presciutti ha voluto dunque confermare l'ordinanza anti-prostituzione che va a penalizzare i clienti per mettere fine allo squallido commercio. Per chi farà salire una prostituzione sul proprio mezzo o se verrà trovato in atteggiamenti intimi rischia una multa pesantissima: 516 euro, contro i 450 del passato.

“In tutto il territorio comunale di Gualdo Tadino – si legge nell’ordinanza - è fatto divieto fino al 07/02/2019 a chiunque di contattare soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada o che, per atteggiamento, abbigliamento o modalità comportamentali manifestino comunque l’intenzione di esercitare tale attività, nonché concordare con gli stessi prestazioni sessuali sulla pubblica via. Consentire la salita sul proprio veicolo di uno o più soggetti dediti alla prostituzione costituisce conferma palese dell’avvenuta violazione della presente ordinanza.
E’ fatto divieto a chiunque di: porre in essere comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, consistenti nell’assunzione di atteggiamenti di richiamo, di invito, di saluto allusivo ovvero nel mantenere un abbigliamento indecoroso o indecente in relazione al luogo ovvero nel mostrare nudità,ingenerando la convinzione di esercitare la prostituzione.Di chiedere informazioni a soggetti che pongano in essere i comportamenti descritti in precedenza e/ o di concordare con gli stessi prestazioni sessuali a pagamento”. La violazione della presente ordinanza comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria fino ad 516 euro".

"L’ordinanza punta anche alla sicurezza della circolazione stradale e quindi all’incolumità pubblica, visti i comportamenti imprudenti ed imprevedibili di quanti sono alla ricerca di prestazioni sessuali a pagamento": ha spiegato il sindaco di Gualdo Tadino nell'ordinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento