Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Giochi de le Porte a Gualdo: le ordinanze ufficiali per ingressi, mobilità, residenti e commercianti. Ecco cosa cambia

Tutte le norme, i divieti e i comportamenti da adottare per vivere il Palio in Taverna o nella superbolla del centro storico. Autocertificazione per dipendenti, commercianti e proprietari di immobili non residenti

"Tra oggi e domani saranno consegnate tutte le ordinanze sull'ordine pubblico e il commercio in occasione dei Giochi. Non è stato possibile prima dato che aspettavamo il via libera da Prefettura e Comitato per l'ordine del pubblico. E' la dimostrazione che non c'era e non c'è la volontà di nascondere qualcosa a qualcuno": con questo parole il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, ha aperto la conferenza stampa sulla nuova ordinanza ufficiale per lo svolgimento in sicurezza della festa della città, i Giochi de le Porte. Il primo cittadino ha voluto anche chiarire un aspetto base, dopo polemiche e domande poste sui social.

"I Giochi de le Porte 2021 si fanno non perchè lo vuole il sindaco che, egoisticamente poteva dire no evitando procedure complesse e rischi, ma perchè ci sono le condizioni, perchè è una festa riconosciuta a livello nazionale, perchè rappresenta una ripartenza sociale e soprattutto economica". La questione della chiusura dei varchi è al centro delle ordinanze: il blocco scatta dalle 17 nella bolla del centro storico per il 24 e il 25 mentre dalle 11,30 la domenica del Palio, il 26. Chi ha diritto ad entrare dopo tale orario dai nove varchi: tutti coloro che sono muniti di green pass - requisito fondamentale - fatta eccezione gli under 12 anche se è consigliato un tampone per con validità 48 ore.

Possono entrare tutti coloro che hanno acquistato un biglieto per tribune e zone in piedi, o che hanno prenotato in Taverna o in pubblici esercizi. Il sindaco ha spiegato anche la mobilità all'interno della bolla: i possessori del biglietto per i vari settori terminati gli spettacoli o durante gli intervalli tra un spettacolo e l'altro - il venerdì dalle 19 alle 21; il sabato dalle 19 alle 21; la domenica dalle 13 alle 14,30 e poi dalle 20 in poi - possono muoversi: andare a mangiare, al bar, nei musei e negozi. Il tutto fino alle 24 quando scatterà la chiusura delle attività commerciali e Taverne ed entro 30 minuti è fatto obbligo di lasciare la bolla, dove vige il coprifuoco.

"Una volta entrati con il biglietto - ha spiegato il sindaco - e ci sono intervalli senza manifestazioni si può circolare nell'area della bolla". Per quanto riguarda i residenti, i commercianti, i dipendenti che operano in centro e i possessori di immobili: dalle 17 in poi e dalle 11.30 possono circolare per svolgere le normali attività quotidiane (dalla spesa, al medico fino allo shopping) ma non possono sostare nelle zone assegnate ai possessori di biglietti. Per i residenti, commercianti, dipendenti e proprietari di immobili non residenti si deve esibire un documento, se richiesto, che attesta tale caretteristiche - nel documento se aggiornato c'è la residenza attuale - o scarica e compila una autocertificazione in carta semplice.

E' stato chiarito che eventuali ospiti e parenti invitati nelle case dei residenti nella bolla devono accedere prima delle 17 di venerdì e sabato, mentre la domenica prima delle 11.30. Il comandante della Polizia Municipale ha spiegato che ci sono tre azioni di controllo: il primo ai varchi, il secondo nelle aree a pagamento e terzo livello controllo interno per verificare eventuali furbetti e migrazioni non autorizzate rispetto alle zone assegnate o dalle attività commerciali dove si è prenotato. 
PER ULTERIORI SPIEGAZIONI SCARICA LE DUE ORDINANZE UFFICIALI DEL SINDACO

ORDINANZA N° 126 del 20-09-2021-2  - ordinanza_n_60-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi de le Porte a Gualdo: le ordinanze ufficiali per ingressi, mobilità, residenti e commercianti. Ecco cosa cambia

PerugiaToday è in caricamento