Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

Accade a Gualdo Tadino. Un uomo e una donna, appena fatti scendere al treno, in condizioni psicofisiche alterate hanno creato il caos nel tardo pomeriggio di ieri

Erano stati da poco allontanati dal treno, alla stazione di Gualdo Tadino, perchè in condizioni pessime e molto probabilmente senza biglietto di viaggio. A quel punto avevano percorso, con i bagagli e alcune buste, il viale della stazione e per ritrovarsi sulla via principale che porta alla rotatoria della strada Flaminia. Come detto in condizioni precarie, molto instabili, avevano cercato all'inizio di fare l'autostop per trovare un passaggio di fortuna (verso un luogo non specificato). Ma le auto non si fermavano.

E così è scoppiato il delirio: l'uomo ha incominciato ad inveire contro gli automobilisti, la donna (che era con lui) lo ha imitato. Si parla anche di calci (o tentativi) alle auto che uscivano dal parcheggio di un centro commerciale della zona (Eurospin). Una situazione di doppio pericolo: uno a livello stradale, l'altro invece a livello sanitario dato che i due tizi si muovevano senza alcuna protezione in piena emergenza coronavirus e con tanto di norme per evitare gli spostamenti. In molti hanno cercato di arginare questa follia, ma non è stato possibile.

Alla fine un uomo, uscito con regolare permesso per fare la spesa, trovandosi di fronte tale situazione e sentendosi in pericolo prima ha schivato i due, poi è sceso dall'auto... e li è scattata una colluttazione - a causa degli insuti e delle minacce subite - nella quale ad aver avuto la peggio è stato uno dei due sbandati che è stato poi trasferito, dopo il ko, all'Ospedale di Branca. I Carabinieri sono intervenuti per mettere fine ad un tardo pomeriggio di follia. L'uomo e la donna sono italiani, con precedenti, con esperienze di comunità terapeutica e carcere, senza una reale fissa dimora. Sono stati denunciati per le leggi anti-contagio con una multa che va da 400 a 3mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora si cerca di capire come poter aiutare, anche in rispetto alle normative anti-contagio, queste due persone che, al di là di quello che hanno fatto, hanno bisogno di un aiuto oggettivo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento