menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorni caldi a Gualdo per i Giochi de le Porte: sulla sicurezza nuovi distinguo tra Comune ed Ente

Sono giorni di fuoco a Gualdo Tadino per la manifestazione storica i "Giochi de le Porte", la festa della città da statuto. C'è forte preoccupazione per l'organizzazione del Palio 2017 sul fronte della messa in sicurezza del percorso, per la gara a carretto e a pelo, dopo che l'anno passato si è potuto correre solo grazie alla presa di responsabilità del primo cittadino Massimiliano Presciuti. C'è bisogno di un nuovo piano per la sicurezza al fine di ottenere il via libera dalla commissione. Su questo aspetto c'è massima condivisione tra la Giunta comunale e l'Ente Giochi. Peccato però che non c'è al momento l'accordo, per rispettare le competenze di ognuno e i propri ruoli, sulla nascita di un tavolo comune. Il Comune nei giorni scorsi ha convocato tramite la Conferenza dei capigruppo il tavolo inserendo già nomi propri e tutti i componenti dei vari gruppi comunali. 

L'ente che doveva ancora nominare il nuovo presidente (eletto all'unanimità ieri sera Paolo Campioni, già Gonfaloniere e priore di San Benedetto nel 2007, molto apprezzato dalle 4 porte che sperano con lui di riavvicinare molti portaioli che negli ultimi anni si sono allontanati), ha ribadito che è una propria competenza quella di istituire una commissione sicurezza dove ci sarà di diritto l'amministrazione comunale e i tecnici. Per ribadire questo concetto l'Ente non ha partecipato alla prima riunione della commissione voluta dal sindaco. Stessi obiettivi ma due prese di posizioni diverse. E lo stesso sindaco - in comune accordo anche con l'opposizione - ha riconfermato che il tavolo unitario è quello organizzato dal Comune. 

“L’incontro odierno – ha sottolineato il Sindaco Massimiliano Presciutti - nasce dopo i problemi sorti lo scorso anno. In quell’occasione la dott.ssa Colini della Usl manifestò al sottoscritto la sua disponibilità, per quanto di sua competenza, per evitare in futuro il ripetersi di problemi nello svolgimento de i Giochi de le Porte. Lo scorso settembre, infatti, ci fu il serio rischio di non far svolgere la manifestazione per la mancanza di sicurezza sul tracciato". 

"I Giochi poi si fecero - ha concluso il sindaco - con l’assunzione di responsabilità da parte mia, ma è bene ricordare che la festa non si sarebbe svolta se la commissione giudicatrice, alla quale mancavano i Vigili del Fuoco a causa del terremoto, si fosse effettivamente riunita ed avesse dato parere negativo. Dunque per lo svolgimento dei Giochi de le Porte l’Amministrazione comunale ha sempre responsabilità inalienabili. Oltre al fatto che il Comune è proprietario di taverne, stalle, ecc necessarie alla riuscita della Festa. La cosa che mi rammarica oggi è dunque vedere qui presenti tutti i soggetti interessati alla manifestazione, tranne l’Ente Giochi. Rispetto la loro decisione ma non la comprendo, lavorerò fin da subito per un loro coinvolgimento pieno". 

Prossimo incontro del tavolo comunale è previsto la metà del mese di marzo. Questa è stata la decisione presa di comune accordo tra le parti presenti all’incontro odierno svoltosi nella Sala Giunta del Comune di Gualdo Tadino.

E l'Ente Giochi? Intanto domani a Perugia il presidente Paolo Campioni presenterà la squadra e gli obiettivi alla stampa locale e regionale. Per la metà di marzo c'è la volontà di attivare anche in proprio la commissione sicurezza. Ci aspettano settimane importanti e dove scenderanno in campo mediatori e ambasciatori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento