Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Gualdo Tadino, al frate archeologo intitolata la sala del museo dedicata agli antichi umbri

"Era una persona dotata di grande sensibilità, tanto da essere molto conosciuto in città"

Il Comune di Gualdo Tadino il 12 settembre intitolerà la Sala Conferenze del Museo Antichi Umbri nella Casa Cajani, museo facente parte del ricco circuito museale di Gualdo Tadino, a Fra Mauro. All’inaugurazione parteciperanno il Sindaco Massimiliano Presciutti, l’Assessore al Turismo e alla Cultura Barbara Bucari, la Direttrice del Polo Museale Catia Monacelli, Marcello Di Virgilio fratello del compianto Fra Mauro, familiari ed amici.

Fra Mauro è frate minore cappuccino del Convento della Madonna del Divino Amore, ha dedicato la sua vita alla Chiesa e alla comunità in diversi ambiti. Era una persona dotata di grande sensibilità, tanto da essere molto conosciuto in città per svariati motivi, tra i quali l’essere stato il primo a sostenere che vi fosse un abitato situato in antichità presso Colle I Mori. Nel Febbraio 1991 è stato uno dei soci fondatori dell’associazione ArcheoRasina, il cui scopo sociale era la promozione, la ricerca, la conservazione del patrimonio storico- culturale locale e regionale, attraverso la ricerca delle radici dell’identità locale, con la raccolta e lo studio di tutte le fonti possibili.

Fu molto attivo in Città anche sotto il punto di vista sportivo dando vita alla polisportiva Tarsina (nome scelto non a caso, data la sua passione per la storia archeologica di Gualdo Tadino).  Molti giovani negli anni ’70 e ’80, infatti, si avvicinarono al mondo dell’atletica, del pattinaggio e della scherma proprio grazie a lui e alla polisportiva Tarsina che ancora oggi va avanti nella sua attività sociale e sportiva per i ragazzi del
territorio.

Fra Mauro ha lasciato il proprio segno in Città e viene ancora ricordato con affetto da tantissime persone, per questo motivo l’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino ha deciso di intitolargli la Sala Conferenze del Museo Antichi Umbri a riprova del ruolo fondamentale avuto dallo stesso nella ricerca e nella salvaguardia dell’antico abitato di Colle I Mori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gualdo Tadino, al frate archeologo intitolata la sala del museo dedicata agli antichi umbri

PerugiaToday è in caricamento