menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gualdo, il sindaco chiede i dati sul 118 dell'Ospedale di Branca: "I soldi sono anche dei gualdesi"

“Nessun attacco contro la città di Gubbio ma semplicemente una richiesta di dati su un servizio (il 118)
pagato con i soldi pubblici da tutti i cittadini e non solo dagli eugubini.Una verifica lecita su un servizio di interesse pubblico che ogni buon amministratore può e dovrebbe chiedere e verificare puntualmente”. così il Sindaco di Gualdo Tadino spiega il perché della missiva inviata lunedì 14 marzo e indirizzata al  Direttore Generale Usl Umbria 1, Dott. Andrea Casciari, al Direttore Sanitario Usl Umbria 1, Dott. Pasquale Parise e alla Direttrice Amministrativa Usl Umbria 1, Dott.sa Doriana Sarnari sulla richiesta di “monitoraggio” del “servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio”. 

“I soldi spesi per il servizio del 118 - ha concluso Presciutti - sono a carico di tutti i cittadini e non solo degli eugubini  terzo, e con questo chiudo, non esiste nessuna questione di campanilismo in questa vicenda. E’ invece l’esatto contrario. E’ nell’interesse dei cittadini di tutto il comprensorio eugubino-gualdese, quindi sia di Gubbio sia di Gualdo che degli altri comuni conoscere numeri e dati di un servizio. Non per questo è stato anche realizzato un ospedale unico nell’interesse di tutti i cittadini. La comunità gualdese come tutte le altre,non si sente e mai si sentirà cugina povera di nessuno esige rispetto e ricambio vendica con forza il proprio ruolo politico ed istituzionale, condivisione non significherà mai ed in nessun caso sottomissione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento