Cronaca

Coronavirus, la Regione decreta la frazione di Pozzo (Gualdo Cattaneo) zona rossa: non si può uscire né entrare

L'ordinanza a scopo precauzionale firmata dalla Presidente Tesei dopo le comunicazioni delle istituzioni sanitarie

La piccola frazione Pozzo di Gualdo Cattaneo è la prima zona rossa dell'Umbria per via della diffusione del coronavirus. La decisione è stata presa dalla Presidente della Giunta regionale, Donatella Tesei, che ha firmato una ordinanza specifica dopo le criticità segnalate dall'Asl 2. Ci sarebbe - ma non ci sono notizie ufficiali - un numero di positivi e persone a rischio definito rilevante in proporzione alla popolazione residente. Una ventina i positivi e una 50ntina in isolamento e in attesa di fare i tamponi. Tecnicamente non si può definire un focolaio date le scarse dimensioni del fenomeno. Ma a scopo precauzionale è stata presa questa decisione finalizzata ad evitare che il contagio si estenda anche ad altri territori. 

Il provvedimento prevede: il divieto di allontanamento dal territorio della frazione di Pozzo di Gualdo Cattaneo di tutte le persone presenti in loco per un periodo di quattordici giorni; divieto di accesso nella frazione, salvo che per assicurare attività e servizi essenziali e fatta eccezione per il rientro al domicilio o alla residenza di coloro che fossero, per i motivi consentiti, fuori dalla frazione. 

E inoltre: "soppressione di tutte le fermate dei mezzi pubblici; sospensione dello svolgimento delle attività lavorative per i lavoratori residenti o domiciliati, anche di fatto, ad esclusione di quelle necessarie a garantire il sostentamento, l'allevamento degli animali, le attività non differibili; sospensione, se presenti, di tutte le attività produttive e commerciali ad esclusione dei negozi di generi alimentari e di prima necessità e dei presidi sociosanitari esistenti: casa della salute, casa di riposo, e case residenze per anziani non autosufficienti; sanificazione delle aree comuni da parte del Comune".

Il passaggio in ingresso e in uscita dalla frazione è comunque consentito al personale militare, alla protezione civile, alle forze di polizia, ai vigili del fuoco, al personale medico e sanitario, ai farmacisti e  ai veterinari. Saranno comunque garantiti il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed il servizio di consegna a domicilio alle persone in isolamento contumaciale e fiduciario di farmaci e generi alimentari, se necessario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Regione decreta la frazione di Pozzo (Gualdo Cattaneo) zona rossa: non si può uscire né entrare

PerugiaToday è in caricamento