Gualdo Cattaneo, dopo la grande fuga arrivano altri profughi: sale la protesta, chiesti controlli ferrei

L'ultima volta su 25 ospiti bene 23 si sono dati alla fuga e molti di questi non sono stati rintracciati

A breve arriveranno altri 25 profughi, sbarcati in Sicilia alla fine di luglio, a Gualdo Cattaneo. Stiamo parlando della stessa città umbra già teatro di un incredibile fuga una decina di giorni fa: il centro di accoglienza fu abbandonato da ben 23 ospiti su 25. La maggior parte di questi - tutti tunisini - non sono stati mai rintracciati. Il Governo ha deciso però di riprovarci nonostante le polemiche e la difficoltà per gli operatori - che non sono agenti o militari - di svolgere anche un ruolo di sorveglianza restrittiva. In attesa dell'arrivo dei nuovi profughi è già scattata la polemica anti-Governo sollevata dalla Lega e Forza Italia.

Denunciano Luca Briziarelli (Senatore) e il consigliere regionale Valerio Mancini: "Errare è umano, ma perseverare è diabolico. Riattivare la struttura di accoglienza del "Rotolone" a Gualdo Cattaneo, già teatro nelle settimane scorse della fuga di 23 migranti sui 25 assegnati dopo meno di due giorni dall'arrivo, senza prevedere alcuna forma di controllo continuo e costante all'interno della struttura significa, di fatto, incentivare la fuga dei migranti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Duro il commento anche della senatrice Fiammetta Modena che chiede spiegazioni ufficiali sul piano sicurezza per evitare anche altre fughe: "Dove sono i 23 migranti scappati il 16 luglio e che misure sono state predisposte per evitare nuove fughe? E soprattutto perché si continua a utilizzare Gualdo Cattaneo, già abbastanza provato per la zona rossa di Pozzo? La situazione degli sbarchi nel nostro Paese è disastrosa e ancora oggi si sono registrati tre sbarchi con 117 migranti e quattro approdi, durante la notte c'e' stato anche l'approdo, in un unico barcone, di 90 persone. Chiunque si è reso conto che il malessere e la rabbia dei cittadini diventano sempre più incontrollabili quando si vede lo Stato disperdere soldi e energie per una partita che doveva essere bella e chiusa". La Prefettura di Perugia, in verità, che coordina l'accoglienza e la sicurezza ha disposto un nuovo piano dove si intensificheranno i controlli per evitare altre fughe. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento