rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Il risarcimento dell'Inail fa saltare il gratuito patrocinio: processato per false dichiarazioni

L'uomo aveva chiesto di essere ammesso al beneficio della difesa a spese dello Stato, ma il pagamento di un infortunio fa aumentare il reddito

Processato per aver dichiarato di avere diritto al gratuito patrocinio in un altro processo. È quanto avvenuto ad un perugino, difeso dall’avvocato Fabio Seppoloni, accusato di non aver dichiarato una somma ricevuta dall’Inail che avrebbe fatto innalzare il reddito minimo per poter accedere al beneficio del patrocinio a spese dello Stato.

L’imputato, però, sostiene che quel beneficio ricevuto dall’Inail non vada sommato al reddito, almeno a quanto gli era stato detto da un funzionario dell’ente nel momento in cui trattava la sua pratica di risarcimento per un infortunio sul lavoro.

Al giudice è stata fornita anche documentazione dell’Agenzia delle entrate che esclude dal reddito finale i risarcimenti di tale natura, visto che non ha sollevato eccezioni alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il risarcimento dell'Inail fa saltare il gratuito patrocinio: processato per false dichiarazioni

PerugiaToday è in caricamento