menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dirigenti, al via il nuovo assetto organizzativo del Comune: tutti i parametri

Il nuovo assetto organizzativo, come risulta dallo Schema generale di organizzazione in allegato, sarà in vigore a partire dal 1° gennaio 2015

La Giunta ha approvato questo pomeriggio il nuovo assetto organizzativo in attuazione dei criteri generali di organizzazione dell’Ente.
In attuazione della Linea programmatica, secondo i principi di trasparenza, efficacia, efficienza e semplificazione amministrativa approvati anche dal Consiglio, è stato deliberato su proposta del vicesindaco Urbano Barelli, in sostituzione del sindaco assente per motivi istituzionali, di modificare il Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, rinviando ad un successivo atto la revisione organica di tutte le norme regolamentari e la conseguente approvazione di un nuovo regolamento di organizzazione. Il nuovo assetto organizzativo, come risulta dallo Schema generale di organizzazione in allegato, sarà in vigore a partire dal 1° gennaio 2015.

Il sindaco procederà successivamente ad attribuire i conseguenti incarichi dirigenziali con la medesima decorrenza e valuterà nei prossimi mesi l’esigenza organizzativa del mantenimento della figura del direttore generale.

E’ stato inoltre stabilito di assegnare provvisoriamente il personale sulla base delle competenze esercitate avviando una immediata analisi dei processi al fine di quantificare ed ottimizzare i fabbisogni del personale nelle singole articolazioni, definendo, entro sei mesi, le assegnazioni definitive, nonché di avviare le procedure per la valutazione delle singole strutture, secondo le disposizioni contrattuali vigenti, ai fini dell’attribuzione della retribuzione di posizione.

Con lo stesso atto è stato deliberato di realizzare dei meccanismi che consentano di fare emergere le professionalità individuali e le conoscenze dei dipendenti che possano essere di apporto al patrimonio dell’organizzazione, con l’obiettivo di poterlo utilizzare a beneficio comune. Decorsi 3 mesi dalla prima attuazione del nuovo assetto organizzativo, potrà essere valutata la possibilità di apportare eventuali opportuni adeguamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento