menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi nomi, nuove storie per le vie, rotonde e strade di Perugia: c'è posto anche per il "sindaco dimenticato"

L’assessore Dramane Wagué ha sottolineato come tutte le intitolazioni hanno una loro ratio e si legano indissolubilmente al territorio in cui le vie si trovano

C'è il via libera della Giunta di Perugia per le nuove denominazione stradali e di vie. L’assessore Dramane Wagué ha sottolineato come tutte le intitolazioni hanno una loro ratio e si legano indissolubilmente al territorio in cui le vie si trovano. Ad esempio, nella zona agricola di Madonna del Piano ci sarà via della Mietilega. A San Martino in campo una porzione dell’area verde prospicente il Cva, destinata a parco giochi per bambini, verrà denominata “Parco giochi Michele”.

A Ponte Felcino una strada sarà intitolata a Padre Arsenio Ambrogi (1915-2005), mentre nella zona del Parco Santa Margherita il tratto viario laterale a viale Carlo Manuali e prospiciente la palazzina Valitutti sarà dedicato a Giorgio Spitella (1925-2001). Nuovamente a Ponte Felcino l’area compresa tra il cva ed il complesso scolastico in via Vincenzo Maniconi porterà il nome di Don Remo Palazzetti (1902-1993).

Avranno il nome di due illustri jazzisti, che hanno reso famoso il nome di Perugia nel mondo, le due rotatorie poste alle due estremità della Galleria Kennedy che sarà dotata anch’essa di una propria targa identificativa. La rotatoria sul lato Pellini verrà intitolata a Gil Evans (1912-1988), mentre quella all’incrocio tra via XIV settembre, via delle Conce e via del Mercato Coperto sarà dedicata a Miles Davis (1926-1991).

A Strozzacapponi, la rotatoria all’intersezione tra strada Pievaiola e strada Malanotte porterà il nome dei Fratelli Menicucci. Infine all’ex sindaco Alessandro Seppilli (1902-1995) sarà dedicata la rotatoria in zona Pallotta all’intersezione tra via Romana, via San Costanzo, via Piscille, strada Tuderte e via  della Pallotta.
“Queste intitolazioni – ha rimarcato l’assessore Dramane Wagué nel presentare la delibera in giunta, sono frutto della costante collaborazione con alcune delle principali Istituzioni cittadine. E’ il caso delle due rotonde dedicate ai due jazzisti, suggerite dalla Fondazione Umbria Jazz, o alla via dedicata a Giorgio Spitella, iniziativa condivisa con l’Università per Stranieri.

La proposta approvata oggi ha consentito di colmare una lacuna, intitolando una rotatoria ad Alessandro Seppilli, padre della riforma sanitaria, unico ex sindaco della città (dal 1953 al 1964) che finora non aveva avuto questo riconoscimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento