menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto concessa da Marco Giugliarelli

Foto concessa da Marco Giugliarelli

Ciao grande Giuliano: sempre in prima linea, di notte e di giorno, per raccontare l'Umbria

Ciao Giuliano (Rossi), mitico reporter-cameramen-maestro-giornalista-uomo. Era da un po' che non ti si vedeva in un'aula di tribunale, alle 3 di notte in mezzo alla strada, tra le macerie dell'ennesimo terremoto, al bar a prendere una caffè insieme ad una truppa di colleghi.

"Ma che avete scritto... su quell'incidente? Ma mica è andata così... te lo dico io come è andata": eri solito dire così per poi raccontare la tua ennesima avventura o il tuo scoop. Praticamente non dormivi vai. Lo scanner - ora si può dire - suonava a tutte le ore... e così ci avvisavi se c'era qualcosa di strano nell'aria... nelle sirene delle forze dell'ordine. Un messaggio, una telefonata nel cuore della notte, di pomeriggio, di mattina presta. Eri tu che avvisavi tanti. Nell'ultimo tempo - un po' amareggiato - ti lamentavi che qualche volta ti sarebbe piaciuto essere avvisato, tu, quando qualcosa - poco in verità - ti sfuggiva.

Un maestro, un grande uomo: Giuliano. Un po' guascono, un po' malinconico, sempre pronto a dare una mano a tutti. Nella telecamera, dopo tanti decenni, ci aveva speso molto della sua vista. Ma non se ne è mai lamentato. Quel mestiere che spesso malediva in realtà lo amava tantissimo. Ciao Giuliano. E grazie perchè hai dimostrato sempre che le notizie non si inventnoa ma si cercano dove stanno senza guardare l'ora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento