rotate-mobile
Cronaca

Giudice-poeta sotto indagine, ma gli avvocati pensano all'astensione come forma di protesta

Il magistrato con la passione per la poesia ha parlato di corsie preferenziali per le istanze presentate da alcuni avvocati

Il giudice-poeta Ernesto Anastasio, sospeso da funzioni e stipendio per gli oltre 800 fascicoli non trattati e sotto procedimento da parte del Csm, torna a fare discutere. In una sua intervista ha parlato di “favoritismi”, senza corrispettivi in cambio, nell'ambito dell'attività al Tribunale di sorveglianza, per affrontare le richieste dei detenuti. In altre parole se il detenuto era rappresentato da un certo avvocato, aveva più possibilità di vedersi accolta la richiesta. Una disparità di trattamento fortemente contestata dall’avvocato Marco Angelini, presidente della Camera penale di Perugia, e dall’avvocato Giuseppe Caforio, garante dei detenuti dell'Umbria.

“Stupefatti, questa è la parola per commentare le ultime dichiarazioni rilasciate dal dottor Anastasio. La ‘certificazione’ dell'esistenza di favoritismi, sino ad ora in corso di verifica, impone certamente una accelerazione al nostro Consiglio dell'Ordine sull'accertamento di eventuali illeciti disciplinari, ma soprattutto attesta inequivocabilmente la disparità di trattamento ricevuta dai detenuti – afferma l’avvocato Marco Angelini, presidente della Camera penale di Perugia – È sorprendente che il magistrato non si renda conto del gravissimo vulnus che l'intero sistema di risocializzazione ha ricevuto da tale incredibile condotta che va a minare in modo insanabile quella fiducia nell'imparzialità e correttezza delle istituzioni che rappresenta il fondamento per ogni tentativo di applicazione dell'articolo 27 della nostra Costituzione”.

Gli avvocati intanto pensano all’astensione a fronte a un Tribunale di Sorveglianza sotto organico, con i magistrati in servizio che cercano di fare fronte alla situazione di emergenza.

“Pensavo fosse una leggenda metropolitana, forse ci sono avvocati che sollecitano e ottengono, ma la quantità di segnalazioni è notevole e necessita di un’indagine” ha affermato il garante dei detenuti Caforio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giudice-poeta sotto indagine, ma gli avvocati pensano all'astensione come forma di protesta

PerugiaToday è in caricamento