Cronaca Città di Castello

Salgono sul tetto di un silo pericolante, forse per una 'sfida' social: cinque minorenni denunciati

È successo in un'area industriale dismessa a Città di Castello, dove cinque ragazzi hanno rischiato la vita a oltre 30 metri di altezza: i carabinieri indagano sulle motivazioni della 'bravata'

Il sospetto che dietro alla 'bravata' ci sia una di quelle assurde 'sfide' social purtroppo in voga tra quei giovani pronti a rischiare la vita per 'gioco'. E la vita l'hanno rischiata davvero cinque ragazzi minorenni trovati nel pomeriggio di ieri (venerdì 10 settembre) dai carabinieri di Città di Castello nell'area dismessa degli ex molini Brighigna.

L’area risulta infatti molto pericolosa per gli edifici ormai pericolanti, per la presenza di vetri in terra e per le numerose aperture nel vuoto sui tetti dei silos. E proprio in cima a uno di questi, a un'altezza di oltre trenta metri, sono stati avvistati alcuni i ragazzi.

Dopo averli fatti scendere, i militari hanno identificato tutti e cinque i giovani portandoli in caserma insieme ai loro genitori, denunciandoli poi per invasione di terreni ed edifici e violazione di domicilio, essendo l’intera area recintata e tappezzata con cartelli di avvertimento di pericolo crollo. Sono tuttora in corso accertamenti per stabilire se i minorenni siano penetrati nell’area e soprattutto siano saliti sul tetto del silos per qualche sciocco quanto pericoloso gioco di quelli diffusi nel web. Nel frattempo conitnuano gli accertamenti dei carabinieri per capire le motivazioni della 'bravata'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salgono sul tetto di un silo pericolante, forse per una 'sfida' social: cinque minorenni denunciati

PerugiaToday è in caricamento