Rissa tra giovani, identificato l'accoltellatore. Buone notizie dall'ospedale per il ragazzo ferito

Carabinieri a caccia delle due persone che hanno iniziato la lite. L'accoltellato si è svegliato e risponde alle cure

La prima, e più importante, notizia riguarda all’accoltellamento, nella notte tra domenica e lunedì davanti ad un locale a Castel del Piano, è che il giovane ferito si è svegliato, è stato messo seduto e ha mangiato qualcosa. Segno che sta meglio, anche se dolorante e sotto farmaci.

È stato operato per una ferita da taglio al fianco, con la lama penetrata per tre centimetri e con una lesione al fegato che aveva provocato un’emorragia interna.

Dal racconto degli amici, che erano con lui per festeggiare il suo compleanno, non si è accorto subito della coltellata (nel video in possesso degli investigatori si vede il momento in cui riceve il colpo al fianco), ma ha continuato per alcuni minuti a cercare di fermare i litiganti, finché non ha sentito una fitta al fegato e un liquido caldo che impregnava la maglietta. L’ha sollevata e ha visto il sangue, accasciandosi a terra. Gli amici hanno chiamato l’ambulanza, ma poi hanno deciso di portarlo al Pronto soccorso.

Secondo il racconto di alcuni testimoni i due giovani, che si conoscevano, hanno iniziato a litigare per futili motivi. Prima spintonandosi, poi cercando di colpirsi con calci e pugni. Altri ragazzi si sono aggiunti, chi per dividere i contendenti, chi per colpire uno dei due partecipanti, a seconda dell’appartenenza al gruppo di amici. In tanti, attorno, a seguire la rissa, urlando, insultando: “Siete degli idioti, smettetela”.

Nella rissa sono volati anche sassi, bottiglie, bicchieri. Fino a quando uno dei due litiganti ha tirato fuori il coltello e ha cercato di colpire il rivale e, in seguito, ha sferrato due fendenti, andati a vuoto, contro un ragazzo che era intervenuto per fermarlo.

Ed è a questo punto che interviene il giovane ferito, che conosceva entrambi, e ha provato a fermare il ragazzo con il coltello. Mentre gli stava vicino, chiedendogli di smettere, questi lo ha colpito al fianco (nel video si vede la manata). Poi il coltello sarebbe caduto, raccolto da una terza persona.

Il ferito è stato portato in ospedale, mentre sul luogo della rissa arrivava una pattuglia dei Carabinieri. Quasi tutti quelli che avevano avuto parte nella rissa sono fuggiti, lasciando sul posto solo alcuni ragazzi e ragazze che sono stati testimoni dei fatti.

Grazie al video e alle testimonianza i militari sono già risaliti all’identità dei due giovani che hanno dato vita alla lite. Quello che ha usato il coltello sarebbe già stato rintracciato, mentre il cerchio si sta chiudendo anche per quanto riguarda l’altro giovane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il quadro accusatorio spazia dalla rissa alle lesioni, fino al tentato omicidio. Il caso è stato affidato al sostituto procuratore Mario Formisano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento