Cronaca

Gino Goti e gli auguri all’amico Francesco Moser, quello che scippò all’Umbria il suo storico giro

Gino Goti, maestro di telecamera e di… pedali, fa gli auguri all’amico Francesco Moser. E ricorda quando quel birbaccione scippò all’Umbria il suo giro. “Giunga anche dall’Umbria un augurio di buon compleanno a un grande campione del ciclismo: Francesco Moser - dice Goti – venuto al mondo nel 1951”. Veleggia dunque verso i settanta il mitico pedalatore. Goti propone uno scatto che lo ritrae con l’amico in una foto fatta al giro del Trentino 1991. Trasmissione di cui curò la regia. “C’era anche il mitico cronista Adriano De Zan, soprannominato ‘mister pedivella’”.

Auguri al quasi settantenne che – scrive Goti - oltre che sul trattore, in mezzo ai suoi vigneti, è spesso in bicicletta per mantenersi in forma e perché, oltre al mestiere, per lui la bicicletta era passione trasmessagli dai suoi fratelli con in testa Aldo il quale, ai tempi di Bartali, seminò promesse più grandi del successo raccolto sulla strada”. Auguri dunque dalla terra di Francesco… il Santo serafico, che perdona! Senza dimenticare la birichinata di quando Moser riuscì a sottrarci il “Giro ciclistico dell’Umbria” trasformandolo in “Trofeo Melinda”: uno scippo, autorizzato dall’indifferenza degli Umbri. Rammenta Gino: “Ne fui testimone io come regista dell’ultimo giro dell’Umbria firmato Mealli e del primo Trofeo Melinda firmato…Francesco Moser".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Goti e gli auguri all’amico Francesco Moser, quello che scippò all’Umbria il suo storico giro

PerugiaToday è in caricamento