Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Anche l'Università di Perugia dice Gimo: "Riattivate il servizio per gli studenti"

L'Ateneo in pressing su Regione e Comune per riattivare i bus notturni: presentato il progetto evoluto

E anche l’Università di Perugia dice: “Gimo”. Il servizio degli autobus notturni per gli studenti universitari di Perugia, sperimentato e chiuso a giugno, ha  ottenuto risultati “molto soddisfacenti, sia in termini di numero di utenti che di gradimento”, secondo l’Ateno. E “l’evoluzione del progetto di mobilità notturna, che migliora quello già sperimentato, è stato presentato lunedì 24 luglio si è tenuto un incontro per la stabilizzazione del servizio in previsione dell’avvio del nuovo Anno Accademico”.

Il progetto, spiega l’Università, “è stato elaborato con il forte contributo del Consiglio degli Studenti e con il supporto tecnico di Bus Italia. La nuova proposta ha trovato consensi ed auspici unanimi”. Quindi, che si fa? “L’Università degli Studi di Perugia ribadisce il proprio forte auspicio affinché le istituzioni locali possano attivare e stabilizzare definitivamente il servizio. L’Ateneo di Perugia è già all’avanguardia in Italia nei servizi agli studenti per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, le aule studio, le agevolazioni e tante altre novità. Con il servizio ‘Gimo’ si collocherebbe, al pari di altri Atenei virtuosi anche per la mobilità notturna”.

Il “forte auspicio” dell'Università degli Studi di Perugia “è motivato da altri aspetti che il nuovo servizio apporterebbe in un contesto di "Università diffusa": la sicurezza dello Studente, la sostenibilità del trasporto e la maggiore integrazione fra la comunità locale e quella studentesca”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche l'Università di Perugia dice Gimo: "Riattivate il servizio per gli studenti"

PerugiaToday è in caricamento