menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Le (inutili) polemiche sulle panchine bianche dei Giardini Carducci

Perugini, maestri nell’arte  del mugugno. Anche immotivato. Qualche volta

Perugini, maestri nell’arte  del mugugno. Anche immotivato. Qualche volta. Accade che, ai giardini  Carducci, quelle panchine colorate di bianco calce offendano il gusto estetico dei cittadini della Vetusta. E sono diverse le telefonate di protesta in arrivo agli uffici del Comune e perfino alla segreteria del sindaco. Le battute ricorrenti suonano: “Che schifo!”, “È una vergogna”. Ma, almeno in questo caso, le proteste sono del tutto immotivate.

È vero: le panchine, specie quelle del versante che affianca l’Hotel Brufani, sono tinteggiate di un bianco che abbaglia. Ma si tratta solo della fase due della generale opera di ripulitura. Come i lettori ricorderanno, la fase numero 1 è consistita nella “scartavetratura” delle scritte che imbrattavano le singole fasce di legno. Il lavoro fu fatto a cura dei migranti, coordinati da personale dell’Arci.

“La fase due – spiega un esperto del Comune – consiste nel trattare le fasce con un sottofondo impermeabilizzante”. “Dopo di che – chiarisce – verrà la verniciatura vera e propria in colore marrone, che le riporterà come nuove”. Un avviso (foto) recita: “Il colore bianco è solo cementite di sottofondo. Le panchine saranno riverniciate marrone da domattina 23/8”. A voler essere pignoli, manca un “di” o un “in” tra le parole “riverniciate” e “marrone”: robette di sintassi! Ma il messaggio è inequivocabile. Ecco come stanno le cose. Questo lo stato dell’arte dei lavori ai giardini Carducci. Tutto il resto è stucchevole gossip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento