Cronaca

Raccolta differenziata, rivoluzione per 41mila perugini: porta a porta anche in periferia

Accordo tra Comune, Gesenu e le associazioni degli amministratori dei condomini

La rivoluzione sta arrivando. Il porta a porta raggiunge anche la periferia di Perugia. Un altro passo per la realizzazione del nuovo sistema di raccolta differenziata è stato fatto questa mattina nella Sala dei Sindaci di Palazzo dei Priori, con la firma di un apposito protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Perugia, da Gest, Gesenu e le associazioni degli amministratori dei condomini Alac e Anaci.

A firmare l’accordo il vicesindaco Urbano Barelli per l’amministrazione comunale, il Presidente di Gesenu, Wladimiro De Nunzio, l’Amministratore di Gest, Mauro Della Valle e, per gli amministratori di condominio, i rappresentanti provinciali di Perugia Claudio Moretti per Alac e David Toccacieli per Anaci.

Scopo dell’accordo, la cui durata sarà fino al 31 dicembre 2018, spiega il Comune di Perugia in una nota, “è quello di costituire un tavolo tecnico con il compito di monitorare e coordinare le attività propedeutiche all’attivazione del nuovo servizio di raccolta differenziata, definendo altresì gli impegni di ciascun soggetto”.

In particolare, “l’accordo sarà fondamentale per una corretta e tempestiva attivazione delle azioni migliorative previste dal nuovo sistema di raccolta differenziata domiciliare nella zona ad alta densità abitativa del Comune di Perugia; per la risoluzione di problematiche di carattere tecnico, al fine di garantire uniformità nella gestione dei processi in ambito territoriale; per l’ aggiornamento e la regolarizzazione delle banche dati relative alla Tari, al fine del conseguimento di una maggiore equità fiscale e, infine, per il miglioramento della qualità dei dati e della fruibilità dei servizi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, rivoluzione per 41mila perugini: porta a porta anche in periferia

PerugiaToday è in caricamento