Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Fontivegge

Gay Pride a Perugia, Forza Nuova sfida: "Presidio a favore della famiglia tradizionale"

Puntuale, come sempre, quando si parla di diritti gay e delle loro manifestazioni, arrivano contro-manifestazioni e appelli da parte dei cattolici e dell'ultra-destra...

Gli organizzatori lanciano la seconda edizione del Gay Pride - il vero nome sarebbe però Village Pride - è subito scattano polemiche e addirittura contro-manifestazioni in nome della famiglia tradizionale. Il gruppo di Forza Nuova di Perugia non ne vuole sapere dei diritti civili (matrimonio, adozioni, pensioni di reversibilità o più semplicemente coppie di fatto) a favore di gay, lesbiche, trans e bisessuali.

E così lo stesso giorno dell'annuncio da parte dell'Omphalos, è stato lanciato un appello ai perugini per raduno pro-famiglia tradizionale. Con tanto di manifesto in perugino dove c'è un bambino che grida: "Voglio 'l mi babbo e la mi mamma".  La contro-manifestazione è prevista per sabato 28 Giugno, alla stazione di Fontivegge dalle 16 alle 18, e si svolgerà con un semplice presidio a difesa della famiglia tradizionale.

Nello stesso giorno ai giardini del Frontone Perugia ospiterà il gay pride dell'Umbria e il giorno primo la prima notte arcobaleno. "E' compito dei militanti e simpatizzanti forzanovisti - scrivono gli ultra-destra -  invitare quanta più gente possibile al nostro presidio. FORZA NUOVA rappresenta l'unica opposizione che ogni giorno combatte per arginare e respingere l'orda del malessere, dello scempio e della perversione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gay Pride a Perugia, Forza Nuova sfida: "Presidio a favore della famiglia tradizionale"

PerugiaToday è in caricamento