rotate-mobile
Cronaca Città di Castello

Forzano le serrature e rubano i soldi dalle slot machine: salvati dalla prescrizione

Il furto è avvenuto nel 2012, i due imputati sono stati dichiarati irreperibili nel 2014 e dopo undici anni dai fatti il giudice ha dichiarato il non doversi procedere

Il furto era avvenuto nel 2012, i due imputati erano stati dichiarati irreperibili nel 2014. Nel 2023 il giudice monocratico del Tribunale penale di Perugia ha dichiarato non doversi procedere per intervenuta prescrizione.

Gli imputati, due algerini di 53 e 48 anni difesi dall’avvocato Giuseppe De Lio, erano accusati di furto per “essersi impossessati, in concorso fra loro e a fini di profitto, della somme di 1.000 euro circa che sottraevano da 5 slot machine installate” all’interno di un bar di Città di Castello.

La Procura di Perugia contestava ai due anche “l’aggravante di avere commesso il fatto con violenza sulle cose, forzando le serrature del cassetto delle slot che custodisce le monete”. Ad entrambi era contestata anche la recidiva per furto.

Nel corso dell’ultima udienza, a undici anni dai fatti, il giudice ha preso atto della prescrizione e chiuso il procedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forzano le serrature e rubano i soldi dalle slot machine: salvati dalla prescrizione

PerugiaToday è in caricamento