Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Saccheggia un negozio di vestiti per procurarsi i soldi della droga: arrestata e condannata

La 23enne, italiana, è stata giudicata con rito abbreviato per furto aggravato. Aveva rubato in un negozio e messo la refurtiva in una borsa

Dieci mesi con pena sospesa. E’ questa la condanna per furto aggravato inflitta dal giudice a una giovane italiana di 23 anni, che il 20 maggio 2018 era stata arrestata in flagranza dopo aver rubato alcuni capi di abbigliamento in un negozio di calzature e abbigliamento. La donna era stata fermata dalla vigilanza con alcuni capi nascosti  in una borsa, a cui aveva tolto l'antitaccheggio per cercare di eludere i controlli. Da quanto emerso avrebbe cercato di rubare vestiti per un ammontare di circa 130 euro. Il giorno prima invece era stata denunciata a piede libero per un episodio analogo avvenuto in un negozio sportivo.

Una volta fermata e identificata, questa volta era stata tratta in arresto dagli agenti delle Volanti e processata con rito direttissimo all’esito del quale era stato disposto un rinvio per il termine a difesa. La giovane, nel frattempo, era stata rimessa in libertà, ma con il divieto di far ritorno nel Comune di Perugia e l’obbligo di firma.

Il legale della giovane – l’avvocato Gaetano Figoli – in sede di udienza ha chiesto l’ammissione al rito abbreviato condizionato alla produzione documentale del Sert;  la 23enne avrebbe infatti commesso il furto per potersi procurare i soldi per la droga. Comparsa ieri dinanzi al giudice del tribunale di Perugia per il proseguo della direttissima, è stata condannata a 10 mesi e a 500 euro di multa mentre la procura aveva chiesto due anni di condanna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccheggia un negozio di vestiti per procurarsi i soldi della droga: arrestata e condannata

PerugiaToday è in caricamento