menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Pomeriggio di follia: ruba di tutto, fa un incidente e scappa, ma la fuga dura poco: preso

Arrestato in flagranza un 50enne italiano. Accusato di furto aggravato, per lui si sono aperte le porte del carcere

Giornata di follia per un cinquantenne romano, disoccupato, con vari precedenti alle spalle e già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Ma la fuga, dopo aver rubato di tutto in una sola giornata, è finita con le manette e un processo per direttissima.

Ad acciuffare il ladro, nella prima serata di ieri – venerdì 1 settembre – i carabinieri della Stazione di Città della Pieve, insieme al Nucleo Operativo e Radiomobile, che sono riusciti ad arrestarlo in flagranza dopo un’attenta e accurata indagine.

Ed è così che i militari sono riusciti a ricostruire “un giorno di ordinaria follia” del 50enne, iniziata nel primo pomeriggio con il furto di un furgone di un’impresa edile di Città della Pieve. Ma la corsa è stata interrotta da un incidente: dopo essere uscito fuori strada, ha deciso di abbandonare il mezzo, ma non prima di essersi impossessato di due livelle laser del valore di circa 2400 euro che erano sul veicolo. Mentre scappava a piedi, un carabiniere fuori servizio che lo aveva identificato la sera prima nei pressi dello  scalo ferroviario di Chiusi, ha subito informato la Centrale Operativa di Città della Pieve che ha provveduto ad allertare i militari presenti sul territorio nel corso dei quotidiani servizio di pattugliamento.

Prima di essere rintracciato, il ladro è riuscito a ritornare nel centro storico di Città della Pieve e rubare una Fiat Grande Punto, abbandonandola poche centinaia di metri dopo. Anche in questo caso è riuscito a prelevare un telefono cellulare ed un portafogli contenente documenti e 155 euro in contanti che il proprietario aveva lasciato in macchina.

L’uomo, dopo una nottata trascorsa nelle camere di sicurezza della Compagnia di Città della Pieve, questa mattina, a Terni, è stato processato con rito direttissimo. Convalidato l’arresto, per l’uomo si sono aperte le porte del carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento