menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Recuperano vecchi oggetti per strada, ma finiscono accusati di furto all'isola ecologica

Per l'accusa avrebbero tagliato la recinzione e rubato pc, monitor, vecchi giochi e vestiti. Per la difesa avrebbero preso solo oggetti al di fuori della discarica

Recuperano vecchi pc, stampanti, poltrone e vestiti per rivenderli, ma finiscono sotto processo per furto aggravato commesso in un’isola ecologica.

I due imputati, difesi dall’avvocato Marco Rondoni, avrebbero, secondo l’accusa, tagliato la recinzione di un’isola ecologica della Gesenu a Sant’Andrea delle Fratte a Perugia, asportando computer, monitor, una telecamera di sorveglianza, batterie auto esauste, un ventilatore, un rottame di bicicletta, vestiario, cuscini e poltrone, vecchi giochi da giardino per bambini e altri oggetti.

La difesa sostiene, con tanto di foto, che i due imputati, di professione robivecchi (recuperano vecchie cose gettate, le risistemano e le vendono ai mercatini, oppure recuperano i materiali anche questi da vendere), tutto il materiale che viene contestato come rubato, lo avrebbero trovato al di fuori dell’isola ecologica, abbandonato da qualcuno che aveva trovato chiuso o non aveva spirito molto ecologico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento