rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Anni di gas non pagato per riscaldare l'appartamento: proprietario processato e assolto dall'accusa di furto

Nell'immobile, nel corso del tempo, si erano avvicendati diversi inquilini, il giudice: "Non c'è prova che sia stato il padrone di casa"

Un uomo di 71 anni, difeso dall’avvocato Giuseppe Montone, è finito sotto processo per furto aggravato di gas.

Secondo la Procura di Perugia, l’uomo “al fine di trarne profitto, quale intestatario” di una fornitura di gas per abitazione, si sarebbe “impossessato di 3.513 metri cubi di gas che utilizzava per le utenze dell’abitazione”.

Contestata anche l’aggravante “di aver commesso il fatto con violenza sulle cose, atteso che ripristinava abusivamente il flusso del gas previa rottura del sigillo sul rubinetto del contatore”.

I furti sarebbero avvenuto tra il 28 settembre del 2009 e il 10 febbraio del 2016.

Il giudice del Tribunale penale di Perugia ha assolto l’uomo non essendoci prova che sia stato lui a togliere il sigillo e riaprire il flusso del gas, anche perché in quel lasso di tempo l’appartamento era stato spesso affittato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anni di gas non pagato per riscaldare l'appartamento: proprietario processato e assolto dall'accusa di furto

PerugiaToday è in caricamento