menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dieci anni sotto processo per il furto di tre carrelli della spesa caricati sull'Ape

La coppia intercettata dai Carabinieri. La Cassazione annulla la sentenza e rinvia tutto a Firenze: verificare la prescrizione

Sotto processo per furto di tre carrelli della spesa in un supermercato, con tanto di fuga con un’Ape e i carrelli nel cassone. Dieci anni dopo il furto arriva il rinvio della Cassazione alla Corte d’appello di Firenze per un errata contestazione del reato.

La coppia umbra è stata condannata per il “delitto di furto aggravato di tre carrelli per la spesa sottratti al supermercato …”. Una dipendente aveva visto “due individui, a bordo di un Ape” che “stavano caricando, nel parcheggio sotterraneo del supermercato, alcuni carrelli della spesa appartenenti al suddetto supermercato”.

I Carabinieri intercettavano il mezzo a tre ruote mentre uscivano del parcheggio, con i tre carrelli “sul cassettone”.

Secondo i giudici di Cassazione, però, non si può “dire il delitto di furto, nei termini in cui è stato contestato estinto per prescrizione, essendo stata ritenuta per entrambi gli imputati la recidiva, reiterata, infraquinquennale”. Quindi i tempi di prescrizione aumentano e la Corte di appello di Firenze dovrà “verificare se il fatto per il quale gli imputati sono stati condannati sia corrispondente a quello loro contestato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento