Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Furti a raffica a Perugia, dopo Monte Malbe e la Trinità è toccato alle ville a San Vetturino

Da oltre una settimana agisce una banda (o più di una) che ha preso di mira le zone residenziali nell'immediata periferia cittadina

Furti a raffica nelle ville nell’immediata periferia di Perugia. Da una settimana le zone di Monte Malbe, Trinità, San Marco e Conservoni sono martoriate dalle visite sgradite dei ladri. E l'altro ieri è toccato anche ad alcune abitazioni di San Vetturino.

I ladri non si lasciano intimorire dalla probabile presenza dei proprietari, chiusi in casa dalle norme anti Covid, dimostrando anche una discreta organizzazione e pianificazione nel colpire appena la villa si svuota.

Il modo di operare è simile in tutti i casi registrati in questi giorni: recinzione tagliata, finestre forzate al piano superiore, dove in genere si trovano le camere da letto e i cassetti con denaro, gioielli e altri preziosi, l’orario del colpo tra le 18 e le 20, quando il proprietario è rientrato dal lavoro e magari è sotto la doccia o prepara la cena.

La banda sembra scegliere una zona e la batte in un paio di giorni, visitando diverse ville (anche cinque in un giorno). Poi cambia zona: dalla Trinità sono passati a Monte Malbe e poi ai Conservoni e a San Marco.

Ieri hanno colpito a San Vetturino: recinzione bucata, allarme che hanno suonato. Non solo le abitazioni, ma anche garage e pertinenze, da cui sono spariti attrezzi e macchinari per il giardinaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a raffica a Perugia, dopo Monte Malbe e la Trinità è toccato alle ville a San Vetturino

PerugiaToday è in caricamento