menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultimo saluto di parenti e amici a Giorgio Pirilli, e già si pensa a un premio in sua memoria

Un funerale speciale, quello di Giorgio Pirilli: una fiumana di gente invade la basilica di San Domenico, tra ricordi e commozione

Un funerale speciale, quello di Giorgio Pirilli: una fiumana di gente invade la basilica di San Domenico, tra ricordi e commozione. La cerimonia funebre (o l’“accompagno”, come si dice con amichevole e struggente parola in lingua perugina) è stata caratterizzata da intensità e cordoglio.

Le parole che hanno ricordato l’elettricista del Borgo Bello sono state quelle del celebrante, della moglie del suo datore di lavoro, del sindaco Romizi. Nessuno di loro è riuscito a trattenere le lacrime.

Il feretro – fatto assolutamente eccezionale – non è entrato da via del Castellano, ma dal portone principale. Ci ha pensato l’amico ultraottuagenario “Lollone” (al secolo Lando Frattegiani, storico esponente della destra cittadina) il quale lo ha preteso, senza tentennamenti, dal parroco don Francesco. Che  non ha potuto negare il suo assenso.

All’uscita, come promesso, Lollone ha fatto per tre volte la “chiamata”, cui è seguito il  grido “presente!”. Cerimonie datate, è vero, ma che corrispondono alle volontà espresse da Giorgio e alle quali non si poteva derogare.

Poi, la sera, la mezzanotte bianca. Che non è stata annullata, perché, si è detto: “Giorgio avrebbe voluto che si facesse comunque”. Evento preceduto dalla proiezione pubblica di un docufilm sulla vita e sugli innumerevoli lavori di Giorgio, al Borgo Bello e in altri punti della città. Proiettato sul muro, tra le pietre che raccontano storia e storie cittadine. Commovente.

Orfeo Ambrosi, presidente dell’associazione Borgo Bello, annuncia in privati colloqui: “L’anno prossimo istituirò un premio intestato al nome e alla memoria di Giorgio Pirilli”. Di che si tratta? “Sarà un riconoscimento assegnato a chi si sia fattivamente adoperato per il bene della città: sull’esempio del nostro indimenticabile amico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento