rotate-mobile
Cronaca

Mille libri conservati nell'hard disk e pronti alla stampa su ordinazione: condannato per fotocopie illegali

La Guardia di finanza era arrivata alla copisteria su segnalazione del titolare di un'altra attività di fotocopie dopo un blitz degli investigatori

Condanna a 4 mesi e 1.800 euro di multa, con pena sospesa, e risarcimento alla parte civile di 1.000.

È la sentenza emessa a carico di un commerciante accusato di aver venduto testi universitari fotocopiati.

A finire davanti al giudice il titolare di una copisteria del capoluogo umbro, difeso dall’avvocato Francesco Maiorca (sostituto processuale l’avvocato Rossella Maiorano), accusato di “aver riprodotto in formato digitale 1.070 testi universitari, soggetti al diritto d’autore, fra i quali, a mero titolo esemplificativo” un volume sulle agenzie di rating (230 pagine e 20 euro di prezzo), un tomo sull’analisi chimica strumentale e tecnica (in libreria al costo di 60 euro) e un altro volume di oltre 400 pagine sulla biochimica nelle scienze motorie (prezzo in libreria 45 euro).

La Guardia di finanza aveva effettuato appostamenti e accertamenti per provare che all'interno dei locali venivano fotocopiati i testi dei libri universitari dopo che un altro titolare di copisteria aveva fatto i nomi delle altre copisterie che vendevano fotocopie illegali di libri universitari, ma aveva mandato un conoscente ad acquistare i libri, fingendosi uno studente e armato di telecamera nascosta per riprendere tutto quanto. Alla fine aveva fornito un cd con le immagini alla Guardia di finanza.

Centinaia di titoli pronti a essere riprodotti e spillati, magari a prezzi stracciati rispetto ad altre copisterie e con grande risparmio per gli studenti. L’elenco completo dei testi fotocopiati è stato rinvenuto, da personale della Guardia di finanza e della Siae “all’interno dell’hard disk” trovato all’interno della copisteria durante il blitz del maggio del 2016.

Il mercato dei libri universitari fotocopiati, comunque, non si ferma, nonostante le inchieste e i processi, anche se i tempi sono lunghi e spesso le copisterie riprendono da dove si erano fermate. E la coda di studenti alle copisterie e i tempi di attesa per ottenere interi manuali fotocopiati la dicono lunga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mille libri conservati nell'hard disk e pronti alla stampa su ordinazione: condannato per fotocopie illegali

PerugiaToday è in caricamento