Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Invia foto nuda al fidanzatino, ma le immagini fanno il giro della scuola: decine di ragazzi nei guai

La foto è finita in possesso di un professore che ha subito avvertito preside e famiglia ed è scattata la segnalazione al Tribunale per i minorenni

Invia foto senza vestiti al fidanzatino e agli amici, minorenni nei guai. È la vicenda che raccontano le carte del Tribunale per i minorenni di Perugia e che riguarda un gruppetto di giovanissimi alle prese con l’utilizzo di internet e del cellulare senza alcuna apparente capacità di discernimento delle azioni.

La ragazzina, vittima o incosciente, avrebbe inviato degli autoscatti (o selfie) in cui è ritratta nuda, al proprio fidanzatino. Quest’ultimo, senza pensare a quello che faceva, avrebbe mostrato questi scatti agli amici.

A chi gli chiedeva di mostrare la foto, inoltre, avrebbe anche detto che se avessero voluto contattare la ragazzina e chiederle delle foto simili, lei le avrebbe mandate. Ed è quello che sarebbe avvenuto, con tanti ragazzi con quelle foto sul proprio cellulare.

Uno di questi, però, avrebbe commesso un errore nell’invio e una di quelle foto è finita in mano ad un professore che ha subito segnalato l’immagine alla scuola, poi alla famiglia della ragazzina, per arrivare, infine, al Tribunale per i minorenni.

Per diversi ragazzi, quindi, si è aperto un procedimento per il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico che ha portato alla decisione della messa alla prova, mentre per uno, difeso dall’avvocato Anacleto Ferranti si è chiuso con l’archiviazione.

Secondo l’ultimo bilancio della Polizia postale dell’Umbria l’aumento del numero degli adolescenti presenti sul web ha determinato anche una crescita del numero di minorenni vittime di reati contro la persona: dai 4 casi registrati nel 2016 si è passati a 8 nel 2017 e 15 casi trattati nel 2018, le vittime hanno tutte un’età compresa tra i 14 e i 17 anni. Il Centro Nazionale istituito presso il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni rivolge massima attenzione al contrasto di fenomeni emergenti che scaturiscono da fragilità psico-emotiva dei minori tra i quali emergono episodi di questo genere.

Anche il ricatto on line è un fenomeno in continua crescita con 30 casi trattati dall’inizio dell’anno, che ha consentito di segnalare all'autorità giudiziaria 2 persone in stato di libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invia foto nuda al fidanzatino, ma le immagini fanno il giro della scuola: decine di ragazzi nei guai

PerugiaToday è in caricamento