rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Reinventarsi un lavoro, 142 corsi gratuiti: dal barman, passando al cuoco, fino al turismo

La Povincia e la Confcommercio di Perugia, in collaborazione con Università dei sapori e Iter, presentano una serie di corsi di formazione gratuiti nei progetti 'Cibus' e 'Cometa': tra cucina, turismo e ristorazione, senza tralasciare il commercio

Per uscire dalla crisi le soluzioni non sono molte ma, non c'è dubbio che l'innovazione e la formazione professionale sono chiavi di volta che tengono su, e che servono a rilanciare in momenti di affanno. Ecco allora che la Provincia in collaborazione con la Confcommercio hanno promosso una nuova campagna formativa che alimenti la domanda occupazionale e rilanci l'impresa.

Eccoli allora i 142 percorsi formativi gratuiti diretti a oltre 2 mila cittadini tra i 25 ai 64 anni promossi dalla Provincia di Perugia e la Confcommercio attraverso le agenzie formative, Università dei Sapori e Innovazione Terziario. Il progetto è suddiviso in due sezioni 'Cometa' e 'Cibus' finanziati dalla Provincia di Perugia, attraverso il Fondo Sociale Europeo.

Alla conferenza stamapa hanno partecipato la presidente di Università dei Sapori, Anna Rita Fioroni, il direttore di Iter, Dante Burzigotti, il vice presidente della Provincia, Aviano Rossi, la responsabile Iter della formazione permanente Lorena Ragnoni e il responsabile sviluppo di Università dei Sapori Maurizio Beccafichi.

I corsi del progetto Cibus si svolgeranno nei comprensori Perugino, Trasimeno, Spoletino, Alto Chiascio, quelli Cometa si svolgeranno nei comprensori del Perugino, Alta Valle del Tevere, Valle Umbria Nord e Valle Umbra Sud e puntano a favorire l’inclusione lavorativa soprattutto dei cittadini più deboli ed in particolare quelli in cerca di occupazione e quelli over 40 anni, maggiormente a rischio di esclusione dal mercato del lavoro a causa dell’obsolescenza delle proprie competenze.

I corsi del progetto Cometa, orientati al settore del commercio, ampliano gli ambiti più  tradizionali della vendita verso nuovi orizzonti, che guardano allo sviluppo delle imprese verso i mercati esteri e alla valorizzazione del made in Italy, al nuovo mercato della green economy e allo sviluppo di nuovi modelli di servizio, nella distribuzione e nella vendita, strizzando l’occhio strategie di marketing innovative basate sui social media e la comunicazione digitale.

I corsi del progetto Cibus, si concentrano nei settori del Food & Beverage, e orientano i più tradizionali percorsi volti alla valorizzazione delle produzioni tipiche del territorio (con i laboratori di cucina, pizzeria, arte bianca, barman) alle nuove esigenze del mercato, che si esprimono in consumatori più attenti allo stile alimentare e alla salute.

Largo spazio inoltre viene offerto agli operatori del turismo che potranno migliorare soprattutto le proprie competenze manageriali e di marketing, con i corsi di e-business per il turismo, Yield e Revenue management applicato alla ristorazione, gestione economico finanziaria dell’impresa ricettiva, sviluppo di reti di impresa e di nuovi canali di promo commercializzazione.

Tutti i corsi, di durata tra le 30 e le 60 ore,  sono rivolti a cittadini di età compresa tra i 25 e 64 anni non compiuti alla data di scadenza dell’Avviso, residenti nella provincia di Perugia, occupati e non, in possesso di qualsiasi titolo di studio. Le domande di partecipazione saranno valutate secondo i seguenti criteri di priorità: disoccupati e lavoratori atipici, studenti età 'over 45', basso grado di scolarizzazione 'possesso della sola licenza media', cittadini stranieri e donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reinventarsi un lavoro, 142 corsi gratuiti: dal barman, passando al cuoco, fino al turismo

PerugiaToday è in caricamento