Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Umbria, Fioroni punta sulla svolta digitale per ritrovare lavoro e formare nuovi professionisti: 3 milioni per la formazione

Per la prima volta la Regione Umbria dedica un avviso rivolto esclusivamente alla formazione delle competenze digitali

La svolta occupazionale e lavorativa si muove sempre di più sulle capacità e le conoscenze del digitale, in ogni ambito. Per questo motivo la Giunta regionale, su imput dell'assessore allo sviluppo Michele Fioroni, sta spingendo verso sia una riconversione che verso una formazione mirata. Messi a disposizione 3 milioni di euro per finanziare corsi qualificati da parte di operatori pubblici e privati accreditati. Obiettivo: lo sviluppo di una cultura digitale, all’acquisizione di competenze digitali specifiche per i diversi contesti lavorativi e per favorire l’occupazione e la riqualificazione della forza lavoro e rispondere ai relativi fabbisogni di conoscenze e abilità delle imprese umbre.

“Il bando – afferma, esprimendo soddisfazione, l’assessore allo Sviluppo economico Michele Fioroni - ha lo scopo di promuovere nuove competenze digitali utili a soddisfare le esigenze del mercato del lavoro ed a favorire dunque l’occupazione. Per la prima volta la Regione Umbria dedica un avviso rivolto esclusivamente alla formazione delle competenze digitali. La compiuta transizione digitale delle imprese non può prescindere dallo sviluppo di competenze mirate, l’Avviso Upgrade è dunque strategico per la digitalizzazione delle imprese ed al contempo un mezzo nuovo per favorire l’occupazione mirata”.

Le competenze digitali oggetto dei progetti formativi includono le cosiddette e-skills (competenze digitali di base, competenze matematiche e informatiche, competenze specialistiche e tecnologiche 4.0 digital hard skills), le competenze trasversali (digital soft skills) e le competenze manageriali definite di e-leadership. Potranno presentare domanda organismi di formazione pubblici o privati accreditati anche organizzati in associazioni temporanee di imprese (ATI) o di scopo (ATS), costituite o costituende, e sarà considerato come elemento qualificante della proposta l’adesione al progetto, in qualità di soggetto promotore, di una rete di soggetti pubblici e privati recante un valore aggiunto nella creazione di un sistema ed in particolare la partecipazione alla rete di un Digital Innovation Hub attivato nel territorio regionale. Le domande potranno essere presentate fino al 23 aprile 2021 esclusivamente tramite SIRU FSE, il Sistema informativo della Regione Umbria per il Fondo sociale europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, Fioroni punta sulla svolta digitale per ritrovare lavoro e formare nuovi professionisti: 3 milioni per la formazione

PerugiaToday è in caricamento