Tentato omicidio a Fontivegge: massacrati marito e moglie, due fratelli in manette

La Polizia, grazie ad alcune testimonianze, ha ricostruito l’accaduto, provvedendo al sequestro degli oggetti usati dai fratelli terribili durante l’aggressione. I due hanno precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti

Lo hanno colpito con una bottigliata alla testa. Una volta che il loro "rivale" era a terra sanguinante hanno iniziato a prenderlo a calci praticamente in ogni parte del corpo, oltre che a ferirlo al capo, al volto e al petto. Infine hanno tirato fuori un taglierino colpendolo ripetutamente. Gli aggressori sono due fratelli tunisini. La vittima è un loro connazionale incontrato casualmente in Piazza Vittorio Veneto a Perugia.

Le cause: forse debiti di droga, ma la Polizia sta ancora indagando. I due fratelli hanno massacrato di botte anche la moglie italiana del loro rivale che, dopo aver lanciato l'allarme, ha anche provato a fermare il pestaggio barbaro del proprio congiuge. Soltanto l’arrivo pressoché immediato della Polizia ha evitato il peggio. I due fratelli  si sono scagliati persino contro gli agenti, ma quest'ultimi, seppure a fatica, sono riusciti a domarli e ad ammanettarli. Il tunisino aggredito ha riportato traumi, fratture e lesioni in diverse regioni del corpo, con una prognosi complessiva di 40 giorni, ma non versa in pericolo di vita.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Polizia, grazie ad alcune preziose testimonianze, ha ricostruito l’accaduto, provvedendo al sequestro degli oggetti usati dai fratelli terribili nel corso dell’aggressione. I due – già gravati da precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti – sono stati arrestati con la pesantissima accusa di tentato omicidio nei confronti del connazionale, oltre che di lesioni personali aggravate nei confronti della moglie. Su disposizione del PM di turno, Dott. Giuseppe Petrazzini, la Polizia li ha immediatamente trasferiti al carcere di Capanne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento