Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Fontivegge

Fontivegge, pusher senza permesso di soggiorno esce di galera: rimpatriato

Un pericoloso spacciatore albanese, abituale frequentatore di Fontivegge, è stato fermato dalla polizia poichè nel precedente arresto gli era stato revocato il permesso di soggiorno

B. Y.  albanese del '79, è stato negli ultimi anni una presenza fissa e losca della Stazione di Fontivegge. La sua assenza si è fatta notare nello scorso febbraio, quando è stato tratto in arresto proprio per spaccio di stupefacenti e nei giorni scorsi, uscito dal carcere di Capanne, ha ripreso la sua abituale frequentazione in zona.

Il suo ritorno non è però passato inosservato e ieri mattina gli agenti della Polizia Ferroviaria che lo hanno controllato e “accompagnato” in Questura, all’Ufficio Immigrazione. Considerato che l’arresto per spaccio di stupefacenti gli ha comportato però non solo la revoca del permesso di soggiorno, ottenuto a Perugia nella sanatoria del 2002 e sempre rinnovato, ma anche un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Perugia e l’accompagnamento immediato alla Frontiera.

Quindi, nel pomeriggio di sabato, gli agenti dell’Ufficio Immigrazione lo hanno “scortato” alla Frontiera Marittima di Ancona dove in serata è partito per l’Albania. Non potrà più mettere piede in Italia e negli altri paesi Shengen.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontivegge, pusher senza permesso di soggiorno esce di galera: rimpatriato

PerugiaToday è in caricamento