menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aiutatemi hanno ucciso un mio amico": lancia l'allarme ma non era vero. Ubriaco ora rischia grosso

Una notte movimentata in via sicilia ma senza motivo...

"Aiutatemi hanno ucciso un mio amico: il corpo si trova nel suo appartamento": con questa richiesta di aiuto un 60enne ecuadoriano ha fermato un automobilista che transitava per Fontivegge. Immediatamente è stata avvertita la Questura che ha inviato una pattuglia in via Fontivegge.  

Arrivati sul posto, i poliziotti della Volante hanno rintracciato la persona che aveva allertato i soccorsi e si sono fatti accompagnare  nell’abitazione dove, in teoria, sarebbe stato ucciso un uomo. Ma una volta entrati non hanno trovato nessun cadavere dato che il padrone di casa - un peruviano 51enne - era vivo e vegeto – sorpreso dalla presenza dei poliziotti.

A quel punto è finito nei guai l'amico ecuadoriano: a causa dell'alcol si era inventato tutta questa storia senza un motivo. E' stato denunciato, in stato di libertà, per procurato allarme all’Autorità e sanzionato per ubriachezza molesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento