Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

"T'Ammazzo... vattene da qua": nuova aggressione al residente-sentinella a Fontivegge

Ieri sera tanto movimento a Fontivegge: dalla Polizia ai carabinieri fino alla vigilanza privata One. Il racconto di Lorenzo Brunetti

“T’ammazzo”….“Metti il telefono in tasca, vai via a casa tua, è meglio”: sono le minacce che ancora una volta sono piovute addosso a Lorenzo Brunetti, residente in Piazza del Bacio, personaggio di spicco delle varie associazioni di quartiere che si battono per la legalità e la lotta al degrado. Brunetti era appena sceso dal palazzo dove abita intorno alle 21,30 quando si è trovato di fronte proprio nell'area condominiale un bivacco alimentato da alcuni stranieri, molti dei quali ben conosciuti per il loro ruolo di pusher, con tanto di bottiglie di birra in mano, zero mascherine e distanziamento. Brunetti ha ribadito il rispetto delle regole, a partire da quelle condominiali, fino all'ordinanze sulle bottiglie in vetro.

Ma nessuno del gruppo ha voluto dare attenzione al residente. Da qui la decisione di contattare le forze dell'ordine da parte di Lorenzo Brunetti. Ma appena ha preso il telefono dalla tasca dei pantaloni è stato accerchiato e minacciato. "Vengo raggiunto da altre tre persone, 4 in tutto, che gridandomi a pochi centimetri mi portano verso il centro della piazza, per fortuna coperto in quel momento dalla telecamera comunale" ha denunciato Brunetti "Uno del gruppo per  tre volte,  mi colpisce la mano destra,  affinché il mio telefono cadesse a terra, non riuscendoci, l’aggressione è poi sedata dall’arrivo del portiere “ONE”, il quale riesce a dividermi da loro".

Evitata l'aggressione fisica ma le minacce continuano e sono pesanti: “T’ammazzo". Scrive Brunetti: "Appare  chiaro  il diktat usato dal gruppo dei tunisini, in particolare dagli  storici spacciatori della piazza, intolleranti da tempo della mia presenza e soprattutto molto violenti  se vengono infastiditi o filmati. Pena minacce di morte o una coltellata, come successo un mese in via della Pescara". Il nuovo appello alle istituzioni è poi d'obbligo da parte dell'aggredito: "Anche a nome del quartiere, auspico che sia  quantomeno ristabilita una pattuglia fissa delle forze dell’ordine, dalle ore 21 (orario di smonto della ONE) fino alle 01 o 02 di notte, servizio serale  che nei mesi antecedenti al lockdown aveva prodotto ottimi risultati". Sul posto, dopo la tentata aggressione, sono arrivate pattuglie della Polizia e dei Carabinieri che hanno identificato gli stranieri che erano presenti al bivacco in Piazza dei Bacio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"T'Ammazzo... vattene da qua": nuova aggressione al residente-sentinella a Fontivegge

PerugiaToday è in caricamento