menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Perugia un centro speciale per i malati Alzheimer: servizi innovativi per non "perdersi" per sempre

E' un luogo speciale dove si lotta tutti i giorni per mantenere ricordi, consapevolezza di sé, il proprio piccolo posto nel mondo reale

E' un luogo speciale dove si lotta tutti i giorni per mantenere ricordi, consapevolezza di sé, il proprio piccolo posto nel mondo reale. Si lotta contro una malattia che non ha cura e si fa scudo con la vecchiaia: ovvero l'Alzheimer. Questo luogo si trova proprio al centro di Perugia: la residenza protetta.

“Fontenuovo” convenzionata con l'Usl 1 Umbria. E qui che è stato attivato uno speciale nucleo Alzheimer, con a disposizione 10 letti, dove vengono sperimentati servizi innovativi per i malati. Ci sono: il “Giardino sensoriale” (un’area verde in grado di stimolare al livello sensoriale le persone con demenza), la “Stanza Snoozelen multisensoriale” (uno spazio che utilizza effetti luminosi, musicali, uditivi e olfattivi); la “Stanza del treno della memoria” (un treno virtuale che permette al malato un viaggio nei ricordi).

E ancora: il “Caffè Alzheimer” (luogo in cui gli ospiti possono svolgere attività insieme a familiari e volontari); “Sapore di casa” (progetto che offre la possibilità di svolgere attività in un ambiente che riproduce quello familiare). "Fontenuovo è una struttura - ha spiegato con orgoglio l'assessore regionale alla sanità Luca Barberini - che vanta una storia importante, ma soprattutto competenza, passione e umanità che sono presupposti essenziali per dare servizi di qualità. La sperimentazione attivata sul fronte dell’Alzheimer sta dando risultati positivi, da cui poter partire per far vivere questo progetto anche altrove, assicurando risposte omogenee in tutto il territorio regionale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento